Descrizione

Un omaggio ad uno dei più grandi artisti che il genere umano abbia mai conosciuto: Sandro Botticelli (vero nome Alessandro Filipepi). Impostati a una bellezza senza tempo sottilmente velata di malinconia, e dal maggiore interesse riservato alla figura umana rispetto agli sfondi e all’ambiente, produsse i suoi più famosi capolavori alla corte dei medici: la “Primavera” e la “Nascita di Venere”.

La stilografica è stata realizzata in soli 18 pezzi in tutto il mondo, in argento e resina italiana a fascette, intercalate da anellini d’argento; nei toni del nocciola, marrone e grigio tortora, sia per il fusto che per il cappuccio. Alla sommità del cappuccio, un dischetto d’argento riproduce il marchio Marlen.

La parte centrale del fusto è dipinta a mano e riproduce una miniatura della nascita di Venere del Botticelli. Ogni penna è stata dipinta singolarmente con una tecnica particolare. Il pennino, in oro 18 kt, è decorato con un’incisione della figura centrale del dipinto: la Venere nella conchiglia.

Tecnica di pittura

La tecnica dello smalto a fuoco su metallo prezioso ha avuto grande splendore dal rinascimento in poi; oggi però solo pochissimi artigiani vantano ancora la capacità di eseguire tali opere d’arte. La miniatura viene dipinta a mano su un primo strato di smalto bianco non trasparente opportunamente liquefatto alla temperatura di circa 750° c e cristallizzato mediante raffreddamento in ambiente naturale.
I colori sono ottenuti da cristalli colorati, macinati e ridotti in polvere finissima quasi impalpabile, come cipria, purificati e diluiti con olii speciali. il tratto di colore non può essere mai deposto sullo strato di smalto bianco in quantità eccessiva, poichè, durante le successive cotture a 750° c, durante la liquefazione, si spanderebbe irrimediabilmente. da qui la necessità di formare il dipinto un po’ per volta, cuocendolo numerose volte. Una bella miniatura necessita da 20 a 50 cotture, ed è terminata allorché il pittore ritenga di non dovere ulteriormente intervenire. Al di sopra della pittura debbono essere depositati ancora due strati di smalto trasparente che deve essere levigato e lucidato con lime diamantate e polvere di pomice finissima.